Software CPQ

La guida definitiva: la trasformazione digitale nel settore manifatturiero

Sommario

    Condividi questo articolo

    Ottieni una dimostrazione

    Oggi i produttori devono affrontare numerose sfide che minacciano la loro continua redditività. La concorrenza globale, la regolamentazione, il ritmo del cambiamento tecnologico e le aspettative dei clienti sono tutti in aumento in un contesto di interruzione della catena di approvvigionamento, gravi carenze di manodopera e ricadute del COVID-19.

    Trasformazione digitale in manufacturing promises the merging of operational technology with information technology. By building a cyber-physical production system, manufacturers can deliver greater efficiency, create more innovative, higher-quality products, and forge stronger relationships with suppliers and customers.

    Questa guida fornisce una definizione conclusiva della trasformazione digitale nella produzione e delinea i vantaggi, i fattori di successo e la cultura essenziali per il suo successo. Analizziamo le tecnologie all'avanguardia della rivoluzione digitale e delineamo i primi passi che i produttori devono intraprendere nei loro viaggi di trasformazione digitale.

    Lo stato attuale della trasformazione digitale nella produzione

    L'impatto benefico della trasformazione digitale riuscita nella produzione si fa sentire ben oltre i confini della fabbrica. Ogni aspetto di un'organizzazione, dai servizi e le catene di approvvigionamento ai prodotti e alle esperienze dei clienti, viene migliorato. I silos vengono abbattuti, i processi costosi e dispendiosi in termini di tempo vengono automatizzati e i prodotti vengono migliorati.

    I vantaggi di una trasformazione digitale di successo nel settore manifatturiero vengono sperimentati in quattro ampie dimensioni:

    1. L'unica fonte di verità: Digital transformation democratizes data and unites every individual and team around a centralized data repository or single source of truth. Employees can access the same clean, concise data on demand, enhancing decision-making and collaboration.
    2. La fabbrica intelligente: la trasformazione digitale consente ai produttori di creare fabbriche intelligenti che monitorano autonomamente e risolvono i problemi indipendentemente dall'intervento umano (riparare macchinari, ordinare parti di ricambio, ottimizzare l'uso delle risorse, ecc.). A differenza delle fabbriche tradizionali che sono bravissime a produrre widget identici ad alto volume, le fabbriche intelligenti possono essere "riprogrammate" per creare una serie di prodotti. Questa flessibilità di output fornisce agilità in risposta alle richieste dei clienti in rapida evoluzione e alle condizioni di mercato.
    3. Prodotti innovativi: La trasformazione digitale consente ai produttori di produrre e vendere prodotti più intelligenti e innovativi che supportano gli obiettivi digitali dei propri clienti. Questi prodotti “intelligenti” sono più competitivi e migliorano la soddisfazione del cliente.
    4. Partnership e filiere: la trasformazione digitale consente ai produttori di integrarsi e collaborare con altre aziende tecnologicamente avanzate e partecipare alle catene di fornitura digitali più efficienti.
    5. Servizi aggiuntivi: Digital transformation allows manufacturers to sell new products and services to customers, dramatically increasing revenue. A random example: A manufacturer that sells biotech equipment can build a VR experience that lets customers design their entire lab virtually. This digital service adds value (it provides a helpful way for customers to plan the layout of an expensive lab) and allows the manufacturer to demo and sell additional products.

    Tecnologie per la trasformazione digitale

    Sopra, abbiamo valutato i vantaggi della trasformazione digitale nella produzione senza identificare le tecnologie specifiche che guidano il cambiamento. Rettifichiamo questo ora. Ecco sei tecnologie che ogni produttore dovrebbe considerare quando pianifica una trasformazione.

    Mentre leggi gli esempi seguenti, tieni presente che queste tecnologie sono spesso complementari. I guadagni più significativi in termini di efficienza, produttività e redditività si ottengono all'intersezione di queste tecnologie.

    • BDA (Big Data e Analytics): la capacità di ricevere, analizzare ed estrarre preziose informazioni, previsioni e previsioni da set di dati così grandi da superare i limiti dei metodi di elaborazione precedenti.
    • IIot (Internet delle cose industriale): Utilizzo di sensori intelligenti incorporati in macchinari, imballaggi, veicoli e persino uniformi del personale per tracciare e registrare ogni aspetto di un'operazione di produzione in tempo reale. I produttori possono utilizzare queste informazioni per vari scopi, tra cui il monitoraggio delle condizioni (monitoraggio di condizioni in tempo reale come temperatura e vibrazioni per identificare potenziali guasti), manutenzione predittiva (rilevamento tempestivo di difetti che potrebbero portare a futuri guasti e tempi di inattività) e produzione autonoma.
    • Cloud computing: Accesso istantaneo a soluzioni software scalabili e potenza di calcolo illimitata e archiviazione dei dati tramite Internet.
    • Produzione additiva (stampa 3D): La possibilità di stampare oggetti 3D da modelli CAD, che sta rivoluzionando la prototipazione dei prodotti e gli strumenti personalizzati.
    • AR industriale (realtà aumentata): La capacità di sovrapporre le immagini al mondo reale, consentendo agli ingegneri e ad altri di lavorare più velocemente, risolvere più problemi, accedere ai dati più rapidamente ed eliminare gli errori.
    • AI e apprendimento automatico: Algoritmi che consentono ai computer di risolvere problemi, prendere decisioni e imparare dalle loro esperienze.

    Cultura della trasformazione digitale

    La trasformazione digitale riguarda tanto le persone quanto la tecnologia. I produttori lo dimenticano a loro rischio e pericolo. I dipendenti sono spesso restii a qualsiasi cambiamento, soprattutto quando si tratta di digitalizzare le pratiche esistenti, e l'incapacità di conquistare i cuori e le menti di solito si traduce in tempo e denaro sprecati. Secondo La ricerca di McKinsey, "solo il 16% dei dirigenti afferma che le trasformazioni digitali della propria azienda stanno avendo successo".

    In che modo i produttori possono promuovere una cultura digitale favorevole a un cambiamento efficace? Inizia dall'alto con una leadership forte ed esperta e una chiara visione della trasformazione digitale comunicata in modo efficace. La leadership deve incorporare sistemi per abbattere i silos, democratizzare i dati e consentire alle persone di lavorare in modi nuovi.

    Coltivare una cultura della trasformazione digitale richiede un miglioramento continuo. Il personale dovrebbe essere incoraggiato a fallire e ad imparare dai propri errori. Il digitale consente una rapida sperimentazione su piccola scala che può portare a scoperte preziose e a una forza lavoro più impegnata e creativa. L'innovazione è la chiave del successo futuro.

    I tuoi prossimi passi verso la trasformazione digitale nella produzione

    Il ritmo rapido dell'adozione del digitale alimentato dalla pandemia di COVID-19 è stato sbalorditivo. Si prevede che la spesa globale per la trasformazione digitale raggiungere $1,8 trilioni nel 2022. Entro il 2025, quella cifra potrebbe raggiungere $2,8 trilioni. La direzione dell'adozione digitale potrebbe non essere cambiata, ma siamo stati catapultati in avanti per molti anni (sette anni secondo McKinsey, per essere precisi.)

    Al momento, il settore manifatturiero è molto indietro rispetto a molte altre industrie digitali. La maggior parte dei produttori ha ancora molta strada da percorrere lungo il percorso verso la trasformazione digitale. E mentre ci sono rischi insiti in qualsiasi progetto di trasformazione digitale, la minaccia più significativa deriva da un approccio "non fare nulla".

    I progressi tecnologici e l'ascesa delle soluzioni SaaS hanno reso i progetti di trasformazione digitale meno costosi e laboriosi. Il time-to-value è più rapido e il ritorno sull'investimento è più considerevole. Questi progressi hanno reso la trasformazione digitale più accessibile. Ma hanno anche livellato il campo di gioco. I concorrenti globali digital-first e i nuovi entranti possono competere per la prima volta con aziende più affermate.

    Quindi, da dove iniziare il tuo viaggio di trasformazione digitale? I passaggi seguenti costituiscono un buon punto di partenza:

    1. Recluta capacità digitali

    Il team che ha portato la tua azienda dove sei oggi potrebbe non essere quello che ti guiderà verso un futuro digitale. Devi colmare le lacune di competenze con nuovi dipendenti esperti in aree come IIoT, AI e machine learning e tutti i tuoi sforzi devono essere guidati da un CIO dinamico e appassionato.

    2. Attività della società di inventario

    Nella tua azienda ci saranno già dipendenti appassionati e con una mentalità digitale che hanno avviato loro stessi iniziative digitali su piccola scala. Altri avranno una forte opinione sulla direzione che l'azienda dovrebbe prendere nel suo viaggio digitale. Queste persone e le loro idee sono preziose e dovrebbero essere esaminate in anticipo.

    3. Crea una strategia chiara e avvincente

    La tua strategia di trasformazione digitale deve essere quella che l'intera azienda comprende e accetta. Dovrebbe coinvolgere tutte le parti interessate giuste nella sua creazione. La trasformazione digitale abbraccia orizzonti di pianificazione a lungo termine. I CIO devono padroneggiare le strategie emergenti che si sviluppano e rispondono al feedback di molte interrelazioni economiche, sociali e governative.

    4. Coltiva una mentalità di crescita

    Ogni cambiamento tecnologico deve essere accompagnato da un corrispondente cambiamento culturale. È necessario coltivare una mentalità di "crescita" piuttosto che "fissa", in cui l'assunzione di rischi interpersonali, come chiedere aiuto, ammettere errori e vulnerabilità o esprimere preoccupazioni, non solo è tollerata ma attivamente incoraggiata.

     

    Emily Stevens

    Emily Stevens

    Emily è una professionista del marketing con conoscenze di branding, strategia digitale e contenuti creativi. Le piace educare il suo pubblico sui vantaggi dei prodotti e su come la loro facilità d'uso può aiutare con l'efficienza e la risoluzione dei problemi.

    Post successivo:
    Lavorare da casa
     
    it_ITItalian